Materasso in poliuretano: guida completa, recensioni, approfondimenti

Di: Elena F. - Aggiornato il: 02-09-2018 alle 11:27 am

I materassi in poliuretano (o waterfoam) sono materassi di lunga durata, indeformabili, anallergici, traspiranti, grazie alle cellule aperte presenti al loro interno, e che quindi non favoriscono la colonizzazione di acari e muffe.

Guida completa

Il poliuretano è un materiale sintetico relativamente recente, derivante da estratti del petrolio; la sua invenzione risale al periodo tra la prima e la seconda guerra mondiale ma è nel 1956 che la Du Pont commercializza il primo poliuretano.

I poliuretani si ottengono tramite reazione tra un di-isocianato e un poliolo e presentano consistenza liquida. Il poliuretano utilizzato per i materassi, così come per divani e cuscini, viene addizionato di agenti espandenti che favoriscono la formazione della schiuma ed è per questo che parliamo di schiuma di poliuretano espanso flessibile.

L’aspetto di questo materiale è simile a quello della schiuma di lattice.

Nei materassi di ultima generazione si e’ iniziato ad usare l’acqua come agente espandente rendendo i materassi in poliuretano sempre più sicuri per l’uomo e per l’ambiente.

I poliuretani vengono prodotti a cellula aperta o chiusa. Più la cellula è aperta, più il materiale è elastico e più l’aria circola liberamente al suo interno, garantendo un minor accumulo di umidità e una maggiore freschezza del materiale a contatto con il corpo, nonché una più rapida asciugatura evitando che si formino muffe o la proliferazione di acari.

Materassi in poliuretano in vendita online – offerte

 

Vdi le offerte materassi in poliuretano nuovi su Ebay

Tipi di poliuretano

  • Tra i vari tipi di poliuretano troviamo il poliuretano visco-elastico a lento ritorno o Memory Foam al quale abbiamo dedicato una sezione a parte.
  • HR o Schiuma ad alta resilienza: questo e’ uno dei materiali più usati per fabbricare il nucleo dei materassi di qualita’ medio-alta, e’ facilmente riciclabile e non contiene sostanze dannose per l’ambiente.
  • Poliuretano a base di acqua o water foam: questo poliuretano viene espanso ad acqua e quindi non contiene sostanze dannose per l’ambiente, e’ un materiale igienico e traspirante.
  • Poliuretano a base di soia: in questo tipo di poliuretano vengono utilizzati estratti della soia per il materiale espandente, fino ad un massimo del 20 per cento del materiale totale, insieme a acqua e aria. Questo rende il materasso in poliuretano un po’ più naturale.
  • Poliuretano con gel: questo tipo di materasso presenta uno strato di gel atossico molto particolare sulla superficie di contatto con il corpo che garantisce la dispersione del calore corporeo regalandogli una sensazione di freschezza e un’accoglienza eccezionale.

Struttura tipica di un materasso in poliuretano

Il materasso in poliuretano è composto da diverse parti, vediamole.

Fodera esterna: la fodera esterna riveste il materasso e solitamente presenta una cerniera perimetrale che permette di sfilarla per essere lavata. Questo tessuto deve quindi essere resistente all’usura ma anche consentire la traspirazione perché è lo strato più a contatto con la pelle.

I tessuti dai quali può essere costituita sono: tessuti naturali come il cotone, la seta, il bamboo; poliestere; gel di aloe vera; tessuti tecnici come il silver in fibra d’argento. Le aziende produttrici trattano questi tessuti affinché diventino antimicrobici, antiodore e anti-acaro. La temperatura di lavaggio della fodera varia a seconda del tessuto.

Imbottitura: essa è composta da ovatte, spesso di origine naturale come il cotone, la lana, il lino, la seta oppure da poliestere o da tessuti tecnici. Svolge le funzioni di isolamento e assorbimento del sudore notturno.

Molto spesso nei materassi troviamo un lato estivo e un lato invernale, naturalmente i materiali usati per i due lati sono differenti. Troviamo tessuti trattati per essere anallergici, tessuti che hanno capacità termo-regolante, idrofoba, anti-acaro.

Lo strato interno: costituito da una lastra monoblocco di poliuretano oppure da moduli combinati per garantire portanze differenziate a seconda delle parti del corpo che devono sostenere. Questo strato deve avere uno spessore compreso tra 18 e 25 cm.

Altrimenti leggi le recensioni o gli approfondimenti:

Recensioni e opinoni

Approfondimenti