Carenza di sonno, come sopravvivere

Di: Elena F. - Aggiornato il: 05-11-2017 alle 10:48 am

Conosci bene la questione: sai che riposare bene è fondamentale, ma hai fatto tardi la sera, sei andato ad un concerto o ti sei lasciato prendere da un film e hai guardato la tv fino a notte fonda ed ora in ufficio ti senti uno zombie. Mentre ti dirigi alla macchinetta del caffe’ sai gia’ che sara’ difficile arrivare in fondo alla giornata. Non avere riposato bene e’ una cosa. Ma non avere riposato bene ed avere davanti a se’ una giornata di lavoro da affrontare, e’ tutt’altra cosa.

Il lobo frontale del cervello, ovvero quello che coordina l’attività motoria e premotoria ma che permette anche di elaborare i pensieri e le idee, non funziona in maniera efficiente quando siamo in condizioni di carenza di sonno. Questo e’ ciò che sostengono i medici, ed in particolare i medici che si occupano di studiare i disturbi del sonno e i disturbi causati dalla carenza di sonno, come l’ Henry Ford Hospital Sleep Disorders and Research Center di Detroit. Questo significa che quando non abbiamo riposato bene le nostre reazioni sono più lente, ci dimentichiamo le cose e possiamo anche avere difficoltà di memorizzazione; questo succede perché la nostra facoltà di consolidare la memoria avviene prevalentemente durante le ore notturne.

Se dopo una notte insonne non hai la possibilita’ di tornare a dormire, qui di seguito potrai leggere alcuni trucchi che ti aiuteranno ad affrontare al meglio la lunga giornata che ti aspetta!

  • Schiaccia un pisolino, al piu’ presto!

Se non puoi farlo nel tuo ufficio, vai in macchina, parcheggiala in un posto tranquillo dove nessuno ti vede e ti disturba, e fatti un riposino di una mezz’ora almeno. La cosa migliore da fare quando si ha sonno e’ dormire, non ci sono soluzioni altrettanto efficaci. Basterà un pisolino di mezz’ora e ti sentirai già incredibilmente molto meglio, più energizzato e mentalmente presente.

  • Organizza le tue attività

Se possibile organizza le tue attività, svolgi al mattino le attività noiose e di routine quando sei comunque più riposato. Tieni le attività più stimolanti per il pomeriggio quando la tua attenzione calerà ulteriormente e avrai bisogno di un lavoro più interessante per rimanere sveglio. La nostra diversa energia nei vari momenti della giornata dipende anche dai cicli circadiani del corpo, se ti interessa questo argomento, leggi il nostro post sui cicli circadiani.

  • Attento a cio’ che mangi!

Parlando di cibo, quando si e’ molto stanchi si dovrebbe evitare di mangiare grandi quantità di zuccheri o carboidrati semplici. Il picco iniziale di energia dato dagli zuccheri e’ seguito infatti poco dopo da un altrettanto repentino calo degli zuccheri e dell’energia che ci farà sentire ancora più stanchi di prima. L’ideale e’ mangiare dei cibi che mantengano costante la glicemia nel sangue senza creare sbalzi, dei carboidrati complessi andranno benissimo e ti consiglio anche di evitare cibi pesanti o difficili da digerire, che creerebbero ancora più sonnolenza.

  • Muoviti

Quando senti che la tua testa sta per sbattere sulla scrivania, alzati e fa’ una passeggiata, muoviti, Sali le scale da un piano all’altro, esci se possibile dall’edificio, stare alla luce naturale ti aiuterà a svegliarti.

Alcuni consigli per le notti che verranno dal The National Sleep Foundation :

    • cerca di dormire regolarmente sette-otto ore per notte;
    • vai a dormire e svegliati sempre alla stessa ora, anche nei weekend;
    • non fumare e non bere alcool poco prima di andare a dormire;
    • la sera e la notte tieni luce soffuse in casa e spegni tutte le luci e i dispositivi elettronici quando vai a dormire.

Se dormi bene e hai orari regolari, fare tardi una volta ogni tanto non ti creerà grandi problemi!

immagine: Masai Hirosawa

Articoli correlati:

  • Testosterone basso e carenza di sonno
  • Soffri di mancaza di sonno?
  • Cicli circadiani e organi
  • L’effetto lacebo del credere di aver dormito bene
  • Performance sì, performance no: gli effetti della deprivazione dal sonno

Cosa ne pensi? Lasciaci la tua opinione