Pulizia materassi: come pulire e prendersi cura del materasso

Di: Elena F. - Aggiornato il: 02-09-2018 alle 9:42 pm

Il materasso con il passare degli anni è soggetto ad usura, come ogni oggetto che viene usato, ma bastano pochi accorgimenti affinché esso rimanga pulito e non si rovini prima del tempo.

In questo articolo affronteremo a 360° il tema della pulizia materassi: come utilizzare al meglio il materasso per non danneggiarlo, come pulirlo al fine di preservarlo dall’accumulo di polvere e acari, e come eliminare odori e alcuni tipi di macchie particolari.

MANUTENZIONE DEL MATERASSO

Se avete acquistato un materasso ma state traslocando e non inizierete ad utilizzarlo subito, state attenti a dove lo collocate, se verrà conservato in luoghi umidi o esposti a intemperie o a fonti di calore, potrà rovinarsi, così come se ci ponete sopra dei pesi, potrà deformarsi. Conservatelo dunque in un luogo fresco, asciutto e senza collocarvi sopra degli oggetti pesanti.

Indicativamente possiamo dire che nei primi 3 mesi di utilizzo, il materasso andrebbe girato una volta a settimana, alternando testa-piedi e, se si tratta di un materasso a molle, in lattice o in poliuretano, anche sotto-sopra. Questo semplice accorgimento permetterà un assestamento uniforme del materasso al suo interno.

Successivamente sarà sufficiente girarlo una volta al mese o ogni due. Utilizzate come supporto per il materasso una rete a doghe, che consenta una buona aerazione del materasso. Se avete un piano letto con rete che si alza e contenitore sottostante, lasciate sollevata la rete per alcune ore durante la giornata.

Prima di rifare il letto lasciate scoperte le lenzuola, non copritele subito con le coperte, così facendo l’umidità accumulata dal materasso e dalla biancheria durante la notte avrà il tempo di evaporare.

Arieggiate sempre la stanza da letto, almeno per un’ora al giorno, questo contribuirà ad aumentare l’aerazione, l’igiene e la salubrità del materasso.

PULIZIA DEL MATERASSO

Rimuovere le macchie comuni

Una delle cose più importanti da ricordare quando si pulisce un materasso è evitare di impregnare troppo il materasso con la soluzione detergente.

Un materasso umido ci mette molto tempo per asciugarsi e se non è completamente asciutto può sviluppare cattivi odori e muffe.

Tenetelo a mente se una grande quantità di liquido si è rovesciata sul vostro materasso, perché se è penetrato e ha macchiato gli strati interni sarà difficile da pulire completamente e potreste dover investire in un nuovo materasso.

Nota: per evitare a prevenire le macchie sul materasso usate un topper coprimaterasso, che può essere lavato in lavatrice e facilmente sostituito in caso di macchie. Potreste anche prendere in considerazione un materasso resistente all’acqua.

Sudore

Sapevate che una persona emana circa 230 ml di sudore ogni notte?

Sembra abbastanza disgustoso dirlo, ma è una funzione naturale del corpo e succede a tutti. Tuttavia, nel tempo questo potrebbe lasciare il vostro materasso sporco e potrebbe lasciare anche delle macchie antiestetiche.

Nota: non usate candeggina per rimuovere la macchia. La candeggina la peggiorerà facendola espandere ed è troppo aggressiva da usare sui materiali di un comune materasso.

Metodo #1: Detergente e acqua

  • Mescolate 50 grammi di detergente in polvere con 300 ml di acqua calda (mischiate bene finché il sapone non fa le bolle). Applicate uno strato sottile sulla macchia del materasso e frizionate con una spugna.
  • Fate agire la soluzione finché non vedete che la macchia inizia a svanire.
  • Una volta che la macchia è sbiadita/scomparsa, prendete una spugna pulita e pulite finché avrete tolto tutti i residui di detergente.
  • Lasciate asciugare completamente (potete usare un asciugacapelli per aiutare a velocizzare questo processo).

Metodo #2: borato di sodio

  • Inumidite la macchia con acqua.
  • Versate una piccola quantità di borato di sodio sulla macchia e strofinate delicatamente con movimenti circolari (dovreste notare che man mano la macchia sbiadisce)
  • Una volta che la macchia è coperta e sbiadita/rimossa, lasciate seccare il borato di sodio sulla macchia.
  • Aspirate il borato di sodio una volta seccato.
    Ripetete se necessario.

Urina

Questa macchia è tenace perché bisogna rimuovere anche l’odore. Evitare che l’urina arrivi fin dentro il materasso è fondamentale. Usate fogli di carta assorbente per rimuovere più possibile l’eccesso di liquido.

Nota: La prevenzione è più facile della cura. Usate una protezione per il materasso (es. un coprimaterasso antiacaro) o un materasso resistente all’acqua se avete bambini piccoli.

Per macchie fresche di urina:

Metodo #1: Spruzzare aceto bianco

  • Assorbite più urina possibile tamponando con carta assorbente. Fate parecchia pressione per raggiungere gli strati più profondi del materasso.
  • Spruzzate la macchia fresca con una soluzione di aceto bianco (due parti di acqua tiepida, una parte di aceto bianco distillato).
  • Tamponate con un foglio di carta assorbente.
  • Ripetete il punto 2 e 3 molte volte per rimuovere la macchia e la puzza dal materasso.
  • Fate asciugare all’aria.
  • Rimuovete ogni residuo di soluzione applicando una piccola quantità di acqua sull‘area e tamponate.

Metodo #2: Usare il pulitore per tappeti

  • Assorbite quanta più urina possibile tamponando con carta assorbente.
  • Seguite le istruzioni della vostra macchina per pulire i tappeti (ma sul materasso, non sul tappeto ovviamente 🙂 ).

Per macchie di urina vecchie e secche:

Sappiate che l’urina a lungo andare può veramente bruciare il colore del tessuto del materasso, causando un danno irreversibile. Se l’urina è stata lasciata lì, potrebbe essere impossibile rimuovere l’odore completamente.

Metodo #1: Pulitore per tappezzeria

  • Tamponate leggermente la superficie con una soluzione fredda di detergente per lavatrice o pulitore per tappezzeria, non bagnate troppo.
  • Sciacquate con acqua fredda con qualche goccia di disinfettante.
  • Lasciare asciugare completamente.

Metodo #2: Aceto e bicarbonato di sodio

  • Diluite dell’aceto in acqua calda (metà e metà).
  • Spruzzate la soluzione sull’area interessata e poi tamponate.
  • Spargete una dose generosa di bicarbonato di sodio e lasciate agire tutta la notte (questo farà andare via l’odore).
  • Aspirate il bicarbonato di sodio il giorno dopo.

Per l’urina degli animali domestici 

Un detergente enzimatico – consiglio quello Officina Natura o, in alternativa, quello della Evergreen – entrambi ottimi prodotti – è raccomandato per rimuovere le macchia di urina degli animali. Gli enzimi dividono l’acido urico in diossido di carbonio e ammoniaca, entrambi gas che possono facilmente evaporare.

  • Tamponate più possibile l’urina prima dell’applicazione.
  • Applicate il detergente enzimatico sull’area interessata (seguendo le istruzioni sull’etichetta).
  • Lasciate agire il detergente enzimatico per 10-15 minuti.
  • Tamponate quanto più possibile il detergente.
  • Lasciate asciugare all’aria.
  • Sappiate che per una macchia più vecchia si dovrebbe ripetere questo processo due o tre volte per pulirla completamente.

Sangue

Le macchie di sangue possono essere le macchie più difficili da eliminare dal vostro materasso, in particolar modo se sono vecchie e secche. Le macchie di sangue vecchie potrebbero richiedere diverse applicazioni prima di andare via o essere almeno meno visibili.

Attenzione: Se trovate piccoli puntini di sangue sulle lenzuola e sul materasso e non sapete da dove vengono, potreste avere le cimici da letto

Per macchie fresche

Metodo #1: Acqua e sale

  • Mescolate due cucchiaini di sale con 300ml di acqua fredda e versate la soluzione in una bottiglia spray (NON usate acqua calda, potrebbe fissare la macchia ancora di più)
  • Spruzzate sulla zona interessata.
  • Tamponate la zona con un panno asciutto per assorbire l’eccesso.
  • Ripetere il punto 2 e 3 finché la macchia va via o il panno non assorbe più sangue.
  • Usate un panno umido (acqua fredda) per risciacquare la soluzione residua.
    Asciugate l’area con un panno asciutto.

Metodo #2: Bicarbonato di sodio

  • Mescolate 100 grammi di bicarbonato di sodio con 600 ml di acqua fredda.
  • Applicate la soluzione sulla zona macchiata con un panno.
  • Lasciate agire per 30 minuti.
  • Usate un panno umido per risciacquare a fondo.
  • Usate un panno asciutto per assorbire l’eccesso e asciugate il materasso.

Per macchie secche

Metodo #1: Inteneritore per carne

Il sangue contiene proteine e l’inteneritore per carne rompe le proteine

  • Mescolate un cucchiaio di inteneritore per carne con 2 cucchiaini di acqua fredda per formare una pasta.
  • Spargete la pasta sulla macchia e strofinate delicatamente.
  • Lasciate agire per 1 ora.
  • Togliete la pasta in eccesso con un panno umido.
  • Usate un panno asciutto per assorbire l’umidità.

Metodo #2: Acqua ossigenata

Attenzione: l’acqua ossigenata è un agente sbiancante. Usatela con attenzione e sappiate che potreste cambiare il colore del tessuto del materasso.

  • Mescolate 100 grammi di, 1 cucchiaio di sale e 50 grammi di acqua ossigenata per formare una pasta.
  • Applicate un po’ di pasta sulla macchia.
  • Le macchie di sangue faranno la schiuma a contatto con l’acqua ossigenata. Tamponate tutto il sangue che esce fuori con la schiuma immediatamente in modo da rimuovere velocemente gran parte della macchia.
  • Applicate uno strato generoso di pasta sulla macchia e lasciate agire finché si asciuga completamente (possono volerci un paio d’ore).
  • Una volta che la pasta è asciutta, raschiate via e passate l’aspirapolvere sulla zona.
  • Se la macchia persiste, ripetete il processo finché non viene completamente rimossa.

Se avete ancora problemi con macchie particolarmente ostinate, allora può essere arrivato il momento di cercare un aiuto professionale. Una breve ricerca online o attraverso le Pagine Gialle potrebbe darvi una lista di aziende locali da contattare.

Una volta che gli odori vengono assorbiti dal vostro materasso, può essere difficile rimuoverli, ma non impossibile.

State attenti ad usare prodotti presi in negozio che dicono di deodorare, poiché molti di questi non rimuovono realmente l’odore, ma lo coprono soltanto con odori sintetici più forti.

Nota: Tenente fresco l’odore del vostro materasso mettendo un foglio assorbente profumato tra il materasso e il lenzuolo con gli angoli.

Rimedi casalinghi per deodorare

Metodo #1: Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio rimuove gli odori bilanciando i livelli di pH. Spargete il bicarbonato di sodio sul materasso e fatelo agire per diverse ore. Passate l’aspirapolvere.

Metodo #2: Aceto bianco puro

L’aceto è un grande deodorante naturale, sì la vostra stanza potrebbe puzzare come una rosticceria per la prima ora, ma andrà via!

  • Passate l’aspirapolvere sul materasso per rimuovere tutta la polvere e lo sporco
  • Riempite una bottiglia spray con aceto bianco
  • Spruzzate l’aceto sull’intero materasso
  • Lasciate il materasso ad asciugare completamente all’aria

Nota: Se potete, lasciate il materasso ad asciugare al sole, seccherà completamente il materasso e sarà efficace per rimuovere gli odori persistenti

Speciale: Pulire il materasso in memory foam

Potreste pensare che il vostro materasso in memory foam sarà un incubo da pulire, ma in realtà è abbastanza semplice. Molti materassi in memory foam hanno una copertura rimovibile che è lavabile in lavatrice.

Attenzione: Lavare con il vapore i materassi e i topper i memory foam potrebbe rovinarli e non è raccomandabile.

Nota: Prima di provare ad affrontare la vostra macchia sul memory foam, potrebbe essere una buona idea controllare la garanzia del produttore perché potrebbe coprire la rimozione delle macchie.

Pulizia profonda e rimozione delle macchie per il vostro materasso in memory foam

Molti materassi in memory foam hanno una copertura in tessuto con la zip. Rimuoverla e lavarla in lavatrice come indicato:

  • Passate l’aspirapolvere sul materasso. Questo rimuoverà lo sporco e la polvere dalla superficie.
  • Mescolate 100 grammi di ammorbidente con 300 ml di acqua e mettete in una bottiglia spray.
  • Alzate il materasso su un lato e spruzzate la soluzione su entrambi i lati e fate agire per 30 minuti.
  • Risciacquate con acqua pulita, usando un tubo per la doccia staccabile.
  • Buttate fuori l’acqua in eccesso spingendo – NON piegate o torcete il memory foam.
  • Mescolate 60 ml di aceto bianco distillato con 300 ml di acqua e spruzzate entrambi i lati del materasso.
  • Risciacquate ancora e premete per eliminare l’eccesso.
  • Lasciate asciugare completamente il materasso. Potrebbero volerci un paio di giorni. Se volete, potete aiutare il processo di asciugatura usando un asciugacapelli (al minimo) o un ventilatore.

Sbarazzarsi di muffe e funghi

La muffa è un fungo che cresce in ambienti caldi e umidi. Se il vostro materasso si bagna e non si asciuga bene potrebbe diventare terreno fertile per muffe e funghi. Muffe e funghi possono essere pericolosi per la vostra salute, causano infatti reazioni allergiche e problemi respiratori.

Salvare il vostro materasso dalle muffe

Se notate la crescita di muffe sul vostro materasso, pulirlo con una soluzione di disinfettante prima possibile potrebbe salvare il vostro letto, soprattutto se le muffe sembrano essere solo sulla superficie.

  • Passate l’aspirapolvere su entrambi i lati del materasso (pulite immediatamente l’aspirapolvere per evitare il diffondersi delle spore della muffa).
  • Mescolate 300 ml di acqua calda con 300 ml di alcool isopropilico.
  • Usate un panno per strofinare la macchia di muffa, provate ad essere più delicati possibile per evitare di danneggiare il tessuto.
  • Permettete al materasso di asciugarsi (fuori alla luce diretta del sole, se possibile) per diverse ore.
  • Spruzzate un disinfettante ugualmente sull’intero materasso per uccidere ogni spora residua.
  • Fate asciugare completamente il materasso.

Attenzione: Se il vostro materasso puzza ancora di muffa o se le macchie continuano a crescere dopo aver ripetuto questo processo varie volte, buttatelo via

Se trovate una muffa nera sul vostro materasso gettatelo. La muffa sarà penetrata all’interno del materasso ed è impossibile da pulire. Provate a comprare un materasso in lattice (il lattice è naturalmente resistente alla muffa) o cercate di controllare i passaggi d’aria e la qualità dell’aria nella vostra camera da letto per vedere se potete migliorare la situazione.

Scacciare le cimici da letto

Le cimici da letto non sono pericolose, ma sono certamente degli ospiti indesiderati in qualsiasi casa. Si nutrono di sangue e sono attrate dal calore del vostro copro e dall’anidride carbonica che espellete, vengono fuori la notte dalle crepe e dalle fessure in cui vivono.

Segni di infestazione

  • Macchie di sangue inspiegabili sulle vostra lenzuola o sui vostri materassi.
  • Irritazioni inspiegabili sulla pelle o bolle pruriginose.
  • Macchie nere su lenzuola e materassi.
  • Cimici da letto vive.

Se pensate di avere le cimici da letto, dovreste immediatamente rimuovere tutti i vestiti e oggetti morbidi che potrebbero essere vicini al letto, per evitare che l’infestazione si diffonda ulteriormente. Togliete la biancheria da letto e lavatela in acqua bollente per almeno 30 minuti (per uccidere ogni cimice viva e ogni uovo che potrebbe stare sulle lenzuola).

Vi conviene cercare assistenza professionale da un’azienda di disinfestazioni affidabile se pensate di avere le cimici da letto. Questo è di certo il modo più efficace per assicurarvi che l’infestazione venga eliminata nel modo giusto. Tuttavia, ci sono alcuni rimedi casalinghi che potete provare se sentite che l’infestazione non è troppo grave o se non potete permettervi subito un’assistenza professionale.

Sbarazzarsi delle cimici da letto: rimedi casalinghi

Passate l’aspirapolvere a fondo

Circa il 70% di tutte le cimici da letto in un’infestazione tipica si trovano nel materasso. Passate a fondo l’aspirapolvere sull’intero materasso, sulla rete e nella zona circostante. Assicuratevi di entrare in tutte le piccole crepe, fessure e pieghe nel materasso.

Ma non fermatevi qui, assicuratevi di aspirare l’intera stanza infestata, incluso il pavimento, le tende etc. Una volta finito, rimuovete e buttate subito il sacchetto dell’aspirapolvere.

Dovrete passare l’aspirapolvere sul materasso regolarmente finché le cimici da letto non se ne sono completamente andate

Insetticida

Ci sono molti tipo di insetticida appositamente creati per le cimici da letto. Leggete e seguite sempre le istruzioni dell’insetticida che scegliete.

[ft1]insetticida cimici[/ft1]

Ripetete questo passo dopo diversi giorni e regolarmente ogni mese per prevenire un’altra infestazione.

Pulite col vapore i tessuti e i mobili

Le cimici da letto sono estremamente sensibili al calore, ecco perché pulire col vapore i tessuti e i mobili è il metodo più efficace (uccide anche le uova). Se possibile, optate per il vapore secco che asciugherà più velocemente e ridurrà la possibilità di danni ai tessuti.

Pulite col vapore ogni crepa nel pavimento della vostra stanza da letto e anche nei muri, poiché il vapore è capace di penetrare nelle aree difficili da raggiungere molto meglio di qualsiasi altra cosa.

Prevenire le cimici da letto

Ci sono tante cose che potete fare per evitare che le cimici da letto invadano la vostra casa:

  • Non portate le cimici da letto a casa con voi – Se avete a che fare con cimici da letto in un hotel o in un posto simile, assicuratevi di non portarle a casa con voi! Lavate i vestiti con un ciclo di acqua bollente e disinfettate i vostri bagagli con insetticida.
  • Usate materassi/lenzuola resistenti alle cimici da letto – I produttori sono capaci ora di produrre materassi e biancheria da letto resistenti alle cimici da letto. Anche i materassi resistenti all’acqua sono efficaci per tenere lontane le cimici da letto.
  • Evitate mobili di seconda mano – Non portate mai a casa mobili di seconda mano senza prima controllare se ci siano segni di cimici da letto, acari, ecc.

Siamo lieti di tenere aggiornata questa guida con nuove tecniche e opinioni di prodotti. Se non avete trovato la risposta che stavate cercando o avete qualcosa da aggiungere a questa guida, per favore commentate sotto o mandateci un messaggio utilizzando l’indirizzo email che trovi nella pagina “Contattaci”.