Night Shift Apple per un buon riposo

Di: Elena F. - Aggiornato il: 05-11-2017 alle 10:46 am

Se appartenete a quel nutrito gruppo di persone che amano utilizzare iPad e cellulari anche prima di andare a dormire e addirittura nel letto, probabilmente sapete già che questi dispositivi interferiscono con il vostro sonno. Quando li utilizzate per un’ora o due vi rendete poi conto che prendete sonno più tardi e stentate ad addormentarvi. Questo succede per diversi motivi, come ad esempio le informazioni lette che eccitano la vostra mente, ma anche per una questione legata alla luce che questi dispositivi emettono vi spiegheremo subito perché.

Una ricerca americana condotta dal Lighting Research Center ha infatti scoperto come la tonalità bluastra dei display retro-illuminati dei nostri dispositivi elettronici, quali telefonini e tablet faccia diminuire in maniera sensibile la produzione di melatonina.

Per scendere più nel dettaglio, lo studio ha evidenziato che un’esposizione alla luce bluastra dei nostri dispostivi elettronici per due ore prima di dormire riduce del 22% la produzione di melatonina e nei ragazzi fra i 15 e i 17 anni la riduce addirittura del 23% dopo un’ora di esposizione e del 38% dopo due ore. Non certo percentuali da essere sottovalutate!

Ma che cos’è la melatonina? La melatonina è l’ormone che provoca la sonnolenza e quando il nostro corpo non ne produce abbastanza non riusciamo ad addormentarci, questo è ciò che succede ad esempio a chi viaggia da un continente all’altro e a causa del jet-lag non riesce ad addormentarsi perché il corpo non e’ abituato a produrre melatonina in quegli orari. Ed ecco a cosa servono le compresse di melatonina che i viaggiatori prendono prima di andare a dormire e che li aiutano ad addormentarsi quando il corpo, da solo, non ce la farebbe.

E noi appassionati di telefonini e tablet, chi ci aiuta? Bene, forse non sapete ancora che la Apple ha messo a punto la funzione Night Shift Apple, che permette di regolare il colore della retroilluminazione del display di telefonini e tablet a seconda del momento della giornata. Quando si avvicina la sera la luce assume tonalità più calde, permettendo così al nostro corpo di seguire i suoi ritmi naturali anche quando stiamo davanti al cellulare per molte ore la sera.

La nuova funzione Night Shift Apple verrà introdotta nella versione 9.3 di iOS che uscirà nei prossimi mesi. La Apple non sarà la prima ad uscire con questa utile funzione, ci hanno già pensato in tanti: i pionieri di Oyster con Lumin, Amazon che ha applicato la funzione Blue Shade ai suoi tablet Fire, Google che ha applicato Night Mode ai suoi Playbooks e c’è anche un software chiamato f.lux per Pc e Mac OS e Linux.

Non una completa novità, dunque, ma sicuramente gli amanti dei dispositivi mobili di Apple ne saranno entusiasti e potranno dormire sonni più tranquilli!

Foto: frogsthatmoo  / CC (BY-NC-ND)

Cosa ne pensi? Lasciaci la tua opinione