5 motivi dietro ad un materasso memory foam low cost

Di: Elena F. - Aggiornato il: 03-11-2017 alle 9:37 pm

La maggior parte dei materassi in memory foam sono prodotti di buona e ottima qualità che, di conseguenza, si posizionano nella fascia di prezzo medio-alta. Alcuni produttori, tuttavia, hanno scelto di abbassare i propri prezzi per rivolgersi ad una fascia di mercato sempre più ampia, quella è alla ricerca del prodotto low-cost.

Purtroppo, come spesso accade quando si parla di salute e benessere, quello che può essere un buon affare per il portafoglio spesso non lo è altrettanto per il proprio corpo. Sebbene ci possano essere delle eccezioni, vale sempre la pena ricordare che, in generale, si porta a casa quello che si paga, e i materassi non sono un’eccezione: un materasso in memory foam low cost molto spesso sarà un materasso di bassa qualità.

Di seguito vi elenco alcuni dei principali motivi per cui un materasso in memory foam è economico.

  1. Con l’uso si appiattisce. Invece di mantenere la visco-elasticità che lo caratterizzava appena acquistato, con il tempo la schiuma di cui è formato il materasso “collassa” e diventa “un blocco” senza più la memoria di forma (memory foam) per cui l’avete acquistato in un primo momento.
  2. Con l’uso si indurisce. Per quanto detto sopra, un materasso “collassato” diventa più duro. La durezza di una materasso danneggiato non va confusa con la durezza/rigidità per cui viene progettato un materasso.
  3. Con il tempo può causare fenomeni allergici. Tutti i materassi memory foam attualmente commercializzati in Italia (da quanto ci risulta) sono prodotti utilizzando prodotti sintetici. Rendere questi materiali anallergici, atossici, sicuri e inodori richiede processi e lavorazioni che, ovviamente, hanno un costo. Per abbassare i prezzi ai consumatori, alcuni produttori acquistano materiali che non soddisfano gli stessi standard di qualità dei prodotti migliori. Questo comporta un maggiore rischio alla salute per il consumatore.
  4. Non è ecologico. Una produzione a basso impatto ambientale, attenta ad utilizzare prodotti ecologici, nel rispetto della sicurezza e con alti standard di smaltimento dei rifiuti tossici costa molto di più di una produzione che va ad acquistare i materiali da paesi o da aziende che non seguono alcuno standard etico e ambientale.
  5. Non è pensato e progettato per ottimizzare il sonno, ma solo per vendersi a basso prezzo. Le aziende low cost difficilmente investono i innovazione e customer satisfaction. Entrambe queste attività di ricerca hanno un costo che poi deve essere ribaltato sul consumatore finale. Ma, se la politica e quella di tagliare i costi, state pur certi che i primi costi ad essere tagliati sono quelli per l’innovazione e la soddisfazione del cliente finale.

C’e’ il detto che dice che una buona giornata inizia dopo un buon riposo. Aggiungerei che un buon riposo inizia con un buon materasso.

Trascorrere 7-8 ore a notte in una posizione scomoda ed innaturale per il nostro corpo non solo può causare mal di schiena, insonnia, irritabilità e stanchezza il giorno seguente, ma può favorire l’insorgere di tutta una serie di disturbi cronici come ipertensione, calo del testosterone. Una notte passata dormendo male non permette al nostro corpo di scaricare lo stress della giornata, non permette al nostro organismo di rigenerare le cellule ed alla nostra mente di elaborare i pensieri.

Foto: emily @ go haus go  / CC (BY)

Cosa ne pensi? Lasciaci la tua opinione