Dormire in camere separate fa bene alla coppia? A volte si’!

Di: Elena F. - Aggiornato il: 05-11-2017 alle 10:46 am

L’idea di dormire in letti separati o addirittura in dormire in camere separate con mio marito mi fa accapponare la pelle ma credo che questo dipenda dal fatto che nessuno dei due russa o ha comportamenti strani durante la notte, quindi dormire insieme e’ un piacere e non un problema.

Per molte coppie invece non è così, quando uno dei due russa ad esempio e disturba il sonno dell’altro non consentendogli di dormire bene o di dormire affatto, allora è meglio trovare una soluzione alternativa, che può essere anche quella di dormire in stanza separate. I miei nonni lo facevano, russavano tutti e due potentemente ed alla fine hanno deciso di optare per letti e camere separati e nonostante questo si sono voluti bene fino alla fine.

E’ inutile sforzarsi di fare qualcosa che ci fa male. Abbiamo bisogno di dormire, è fondamentale per la nostra salute e per avere le energie che ci permettono di affrontare al meglio le nostre giornate e gli impegni quotidiani. Non c’e’ nulla di peggio di vivere le proprie giornate come degli zombie, solo perché la società attuale ci presenta il modello della coppia ideale che dorme avvinghiata su se stessa.

Lasciamo stare gli stereotipi e pensiamo a cosa ci fa bene davvero. Dormire, dormire fa bene davvero. E allora se proprio non riusciamo a farlo insieme alla nostra metà, facciamolo da soli! C’è anche chi sostiene che dormire in camere separate migliori la sessualità, forse è così per alcune coppie. Ci sono persone che hanno bisogno dei propri spazi mentre dormono, non amano condividere il letto con qualcuno, però quando sono sveglie danno il meglio di sé, a letto e fuori dal letto!

E poi lo sapevate che quella di condividere il letto e’ un’abitudine recente dell’uomo? Fino a prima della rivoluzione industriale marito e moglie dormivano in camera separate, poi con il trasferimento delle persone dalle campagne alle città in case più piccole, è sorta l’esigenza materiale di dormire assieme in un’unica stanza. Pensiamo anche all’antica Roma o all’età vittoriana, il talamo nuziale era il luogo dove avere rapporti sessuali e basta, poi ognuno andava a dormire nel proprio letto e nella propria stanza.

Dunque pensiamo a ciò che è meglio per noi, non facciamoci influenzare da ciò che dicono gli altri. Parlare ed affrontare insieme i problemi è la chiave per una coppia felice, dormire insieme è bellissimo, dormire abbracciati è stupendo ma se non si riesce a farlo, troviamo insieme una soluzione alternativa che faccia contenti tutti e due.
Questa credo sia la ricetta della coppia felice.

Foto: Oiluj Samall Zeid CC / (BY-NC-ND)

Cosa ne pensi? Lasciaci la tua opinione