Dormire aiuta a ridurre la pressione minima alta

Di: Elena F. - Aggiornato il: 05-11-2017 alle 11:25 am

Avere del sonno arretrato influisce non solo sul vostro comportamento durante la giornata, ma potrebbe anche causare problemi più gravi per il vostro cuore. Sempre più italiani soffrono di pressione minima alta (ipertensione è un altro termine per definire questo aumento), una statistica che è aumentata lentamente negli ultimi decenni e che non sembra proprio voler rallentare. Tra ereditarietà, alimentazione mediocre e mancanza di sonno, molte persone soffrono sempre di più di pressione alta.

La maggior parte degli italiani si lamenta anche di non dormire abbastanza, un dato che è aumentato negli ultimi anni. Sia la mancanza di sonno che la pressione alta, conosciuta anche come ipertensione, influiscono significativamente l’una sull’altra e sono condizioni che dovrebbero essere affrontate al più presto. Vedremo meglio cosa è l’ipertensione, come la mancanza di sonno può influire su di essa e cosa potete fare per andare a letto e abbassare la pressione sanguigna.

Cos’è l’ipertensione?

Ipertensione è un altro termine per indicare la pressione alta e può verificarsi quando il vostro corpo ha sviluppato troppa resistenza nelle vostre arterie, così pompare sangue attraverso tutto il corpo diventa estremamente difficile. Questo influisce sulla forza con cui il vostro cuore deve lavorare quando pompa il sangue. Lavorando di più, il cuore si stancherà e non funzionerà alla sua potenza ottimale.

Nel tempo l’ipertensione può seriamente colpire la vostra salute causando, tra gli altri problemi, malattie al cuore, ictus e arresto cardiaco. Avere un cuore debole può portarvi ad avere anche altre serie vulnerabilità nel corso della vita.

Non abbiamo solo cattive notizie, se soffrite di ipertensione sappiate che è completamente curabile. Un’alimentazione sana, dormire bene e fare attività fisica, tutto questo può giovare molto. Controllare regolarmente la pressione può aiutare ad combattere i sintomi prima che sopraggiungano altri problemi più gravi.

Sonno e ipertensione

C’è un chiaro legame tra la quantità di sonno e il rischio di pressione alta. In uno studio recente, i ricercatori hanno scoperto che chi dorme meno di sei ore a notte aveva una probabilità del 20% in più di soffrire di ipertensione. Questo problema può essere evitato assicurandosi di dormire ogni notte la giusta quantità di ore, che varia da persona a persona.

In un altro studio, i ricercatori hanno scoperto che solo chi ha dormito sei ore la notte precedente ha mostrato di avere pressione più alta il giorno successivo rispetto a chi aveva dormito di più. La carenza prolungata di sonno può solo peggiorare questo risultato. Senza un giusto sonno che rigeneri il vostro corpo, potrete stressarvi senza neanche rendervene conto finché poi è troppo tardi.

Se soffrite di apnea notturna, avere l’ipertensione può essere un problema in più. L’apnea notturna è causata, più comunemente, dalla parte posteriore della gola che si rilassa e limita il flusso d’aria nel corpo. Chi soffre di apnea notturna ha un rischio maggiore di soffrire di pressione alta.

Quando si soffre di ipertensione e apnea notturna insieme, l’ossigeno che passa attraverso il corpo è molto ridotto. L’apnea notturna può far aumentare la pressione sanguigna riducendo l’ossigeno che state inspirando. Più si alza la vostra pressione, più correte il rischio di avere seri problemi di salute come arresto cardiaco e ictus.

Come combattere l’ipertensione con il sonno

Ci sono buone notizie se state cercando di combattere contro l’ipertensione. I sintomi possono essere affrontati velocemente facendo regolarmente attività fisica. Il trattamento per la pressione alta è facile da gestire. Semplici cambiamenti nell’alimentazione, nell’attività fisica e nelle abitudini del sonno possono fare una grande differenza nella vostra vita.

Se avete una storia di pressione alta in famiglia, è opportuno sottoporsi a controlli regolari perché l’ipertensione è ereditaria. Scoprirla prima possibile diminuirà i rischi di problemi più gravi in futuro.

Mentre l’alimentazione e l’esercizio fisico sono estremamente importanti per trattare l’ipertensione, il sonno è un’attività giornaliera che molti dimenticano nel loro piano di cura. Cambiare il modo in cui dormite e cambiare la superficie su cui dormite può influenzare tantissimo la vostra pressione sanguigna.

Scegliete un materasso comodo

Se vi sentite storditi e doloranti al mattino, potrebbe essere arrivato il momento di cambiare il vostro materasso. I materassi tradizionali a molle iniziano di solito a diventare meno comodi intorno all’ottavo anno di utilizzo. Se siete andati oltre, potreste dormire male e non rendervene nemmeno conto perché vi siete abituati al modo in cui state dormendo attualmente.

Scegliete il giusto materasso, adatto alla posizione che assumete durante il sonno per assicurarvi di stare più comodi possibile mentre dormite. Girarsi e rigirarsi meno durante la notte significa più tempo per dormire tranquilli e rilassati. Il vostro corpo si rigenererà dal lavoro di tutti i giorni e dallo stress e vi permetterà di dormire più a lungo, senza interruzioni.

Adottate salutari abitudini per migliorare il vostro sonno

Per combattere contro la pressione alta in modo più efficace, oltre a cambiare la superficie su cui dormite, dovreste anche cambiare il modo in cui vedete il sonno. Questo riguarda il modo in cui vi approcciate al momento del sonno e cosa fate una volta che siete a letto.

Prima di mettervi a letto, ci sono tante cose che potete fare per rendere le vostre notti migliori. Cenare non troppo tardi e in modo più leggero permetterà al vostro corpo di digerire meglio e di evitare un’inutile carica di energia prima di chiudere gli occhi.

Prima di andare a letto concedetevi 30 minuti senza guardare i vostri dispositivi. La luce blu emessa dagli schermi comunica al vostro cervello di stare svegli perché replica la luce del sole. Rilassatevi con un libro, una doccia calda o un altro rituale della buonanotte che farà capire alla vostra mente che è ora di andare a letto.

Una volta che siete a letto, dovreste concentrarvi sul dormire per rafforzare l’associazione nella vostra testa tra il letto e l’essere stanchi. Fare questo ogni sera può aiutarvi ad addormentarvi più velocemente invece di guardare troppa tv o scorrere le pagine dei social media.

Siate gentili col vostro corpo

Dormire poco rende le giornate più difficili di quanto dovrebbero essere. Una mancanza continua di sonno può avere serie ripercussioni sulla vostra salute, come ad esempio la pressione alta, o (negli uomini) il testosterone basso, e sulla vostra vita lavorativa. L’ipertensione può essere gestita, ma solo se farete i giusti cambiamenti al vostro stile di vita.

Iniziate a trattare bene il vostro corpo e fate che il sonno sia una priorità per ridurre il rischio di ipertensione. Questo permetterà al vostro corpo di rilassarsi e concentrarsi esclusivamente sul dormire.

Cosa ne pensi? Lasciaci la tua opinione