Come scegliere la giusta rigidità del materasso

Di: Elena F. - Aggiornato il: 05-11-2017 alle 11:25 am

Ci sono diversi fattori che incidono sulla comodità e sulla qualità del vostro sonno: la compattezza del materasso è sicuramente quello più importante

Quando si acquista un materasso, è importante trovarne uno che rispecchi esattamente ciò di cui avete bisogno. Un materasso comodo è sicuramente per la maggior parte di voi fondamentale per assicurarvi una dolce notte. Il comfort è strettamente correlato a quanto sia duro o morbido il materasso, quest’aspetto gioca un ruolo molto importante, è fondamentale che il prodotto che andrete a scegliere vi garantisca il giusto supporto mentre dormite, chiaro.

Può darsi che vi capiti di pensare che un materasso duro offra un supporto maggiore, ma questo non è propriamente vero. C’è una differenza tra supporto e rigidità del materasso. Il supporto è assicurato quando la vostra spina dorsale è allineata correttamente.

Per esempio, se dormite su un lato, dovrete permettere al vostro materasso di adattarsi al vostro corpo. Se avete fianco e spalla leggermente affondati nel letto mentre il tronco è più sopra allora permetterete alla spina dorsale di essere nella posizione perfetta. Questo vi aiuterà ad addormentarvi prima e a dormire tranquillamente e più facilmente.

Possedere il letto più morbido possibile potrebbe sembrare una cosa positive, ma non dovrete lasciarvi ingannare dall’apparenza. Un giusto sostegno può farvi dimenticare di dolori e sofferenze. Se il vostro corpo è supportato correttamente durante tutta la notte, vi sveglierete più facilmente perché il vostro corpo non dovrà sforzarsi per stare comodo durante il sonno notturno. Ecco qual è il punto fondamentale: c’è tanta gente che dice che non riesce a riposare per bene ma è chiarissimo che l’unico vero problema sia la scelta di un materasso che sia sì sostegno ma che sappia anche donare punti di pressione moderati sui punti di pressione reali del nostro corpo.

Molto spesso i marchi che sponsorizzano i propri materassi come ortopedici non offrono nulla di speciale. ll termine “ortopedico” non è regolato da nessun governo o organizzazione del settore.

Un materasso per essere davvero ortopedico dovrebbe fornire un buon sostegno, ma essere troppo duro da creare tensione sui punti di pressione del corpo durante il sonno. Un qualsiasi materasso che si adatti al vostro modo di dormire sarà in grado di fare la stessa cosa. E’ importante quindi capire bene il modo in cui dormite.

In genere si possono riconoscere tre diverse categorie: di lato, a pancia sotto o sulla schiena.

Cercate di notare in quale posizione vi trovate comodi per addormentarvi velocemente e notate anche come vi svegliate per capire meglio quale sia il vostro modo di dormire. Sapere questo prima di cercare il vostro materasso ideale sarà certamente molto utile al fine di effettuare un acquisto giusto. Una volta che saprete come dormite, potrete trovate il letto adatto a soddisfare i bisogni del vostro sonno.

Qui ci sono delle regole generali che possono aiutarvi nella ricerca del materasso perfetto

  • Per chi dorme su un lato: cercate un materasso che vi supporti lateralmente, ma che lasci anche che il fianco e la spalla siano leggermente affossati. La vostra spina dorsale dovrebbe essere allineata. Curvarsi troppo verso su o verso giù verticalmente coinvolgerà troppo I vostri punti di pressione e renderà il vostro sonno non facile. Chi dorme di lato generalmente tende a preferire materassi più soffici.
  • Per chi dorme a pancia sotto: le persone che dormono a pancia sotto vogliono che la loro schiena stia in una posizione naturale. La parte superiore del vostro corpo ha bisogno di essere supportata affinché non affondi troppo causando dolori al collo o alla schiena. Così come nel caso di chi dorme sulla schiena, un materasso più rigido sarà in grado di tenere la vostra spina dorsale ben allineata.
  • Per chi dorme sulla schiena: La cosa fondamentale per voi è tenere la schiena più naturale possibile. Quando siete stesi sulla schiena, la vostra spina dorsale dovrebbe simulare la stessa posizione di quando state in piedi. Di solito, chi dorme sulla schiena preferisce un materasso più rigido.
  • Per chi dorme in varie posizioni: se state comodi nel cambiare spesso il modo in cui dormite, dovete trovare un materasso che sia in grado di rispondere bene a tutti I vostri bisogni. Un materasso mediamente rigido sarà il giusto equilibrio tra comfort e sostegno.

Il fattore decisivo finale per la rigidità del materasso è come lo sentite voi. Testate più letti possibile prima di prendere la vostra decisione. Questi che proverete non dovranno essere necessariamente quelli che acquisterete, ma vi daranno una consapevolezza maggiore di quale rigidità dovreste cercare.

Testare un materasso in uno showroom o comprare uno online non vi darà un quadro generale di come dormirete. Prima di acquistare guardate bene cosa offre l’azienda in termini di politica dei resi. Non vorrete rimanere poi con un letto che vi provoca un maggiore dolore rispetto a prima. Una prova del sonno è fondamentale quando ci si trova nel campo dii acquisto di un nuovo materasso.

C’è da ricordare che sono necessarie almeno quattro settimane per abituarsi ad un materasso diverso. Se passate da un materasso a molle a uno in memory foam, il vostro corpo sicuramente avrà bisogno di adattarsi con calma al nuovo tipo di sostegno che offre.

Trovare la giusta rigidità del materasso può risultare un processo lungo. Non stressatevi se ci vorrà più tempo del previsto nel trovare ciò che trovate comodo o scomodo. Prendetevi del tempo e rilassatevi, scegliere la giusta rigidità vi aiuterà sicuramente a dormire meglio. Se decideste, casomai, di prendere uno di questi materassi elencati, che siano a molle, memory foam o in lattice rilassatevi sul serio.  Cioè immaginate a come vorreste dormire e poi, solo a quel punto lasciatevi prendere dal gusto di scegliere qualcosa che piaccia a voi.

Un materasso può durare circa 6 anni ma con un po’ di attenzione può restare anche più a lungo il fulcro della vostra vita. Parliamo del luogo del riposo, un luogo sacro, non possiamo scegliere a caso il luogo e la rigidità della base della nostra felicità.

Immaginate il momento in cui state per andarvi a mettervi il pigiama, un momento sacro che poco precede il momento in cui discostate le coperte per sdraiarvi a dormire. Immaginate che abbiate fatto una scelta poco accurata e che il vostro materasso vi incricchi il collo o la schiena, vi peggiori quei doloretti cronici, faccia pressione sul ginocchio malandato.

Il materasso è la prova che scegliere con cura porta grande giovamento. Parliamo di un momento divino e tale deve essere anche la scelta del nostro nido, del nostro giaciglio. Quindi rigido o morbido vale solo quello che voi sentiate, quello che voi pensate sia giusto per voi. Se decideste di prenderlo senza provarlo, on line, datevi del tempo per far adattare il corpo al nuovo materasso, così che possiate vedere, nell’arco di 2-3 mesi come possiate trovarvi.

Non smettete di cercare, le nuove tecnologie anche nel campo della scelta del materiale con cui è fatto il vostro materasso stanno facendo passi da gigante per cui è molto più facile per il vostro corpo adattarvi e dormire come meglio preferite. Quelli che memorizzano la nostra posizione non fanno altro che facilitarci la vita, è questo quello che noi ci aspettiamo dal futuro e dalla tecnologia: che ci aiuti a rendere tutto più semplice e non ci porti a complicare la nostra esistenza inutilmente.