Non riesci a dormire a causa del caldo? Ecco alcuni accorgimenti!

Di: Elena F. - Aggiornato il: 05-11-2017 alle 10:48 am

Per molte persone riuscire a dormire bene durante le calde notti estive è un’impresa. Diverse sono le cause di un cattivo sonno, vediamole insieme. Innanzitutto il sole cala più tardi e il nostro corpo inizia a produrre la melatonina (l’ormone del sonno che viene prodotto con il buio)  più tardi. La produzione di melatonina è inoltre influenzata anche dalla temperatura, durante la notte la temperatura del nostro corpo cala in media di un grado e questo aiuta la produzione di melatonina ma quando la temperatura esterna e’ molto elevata, la temperature del nostro corpo fatica a diminuire e il corpo non produce melatonina.

Se a questo aggiungiamo anche il caldo afoso, riuscire a dormire può essere davvero un problema!

Al giorno d’oggi condizionatori e ventilatori ci aiutano moltissimo (provate a ricordare qualche anno fa, quando non esistevano!) ma e’ meglio non abusarne, il rischio e’ di alzarsi intirizziti dal freddo e con dolori cervicali o torcicollo.

Eccovi alcuni semplici suggerimenti da mettere in pratica per affrontare le caldi notti d’estate.

Sì a condizionatori e ventilatori ma con parsimonia!

L’ideale e’ accendere il condizionatore qualche ora prima di andare a dormire, in modo da rinfrescare bene l’ambiente, e spegnerlo poco prima di andare a dormire. La temperatura che imposti non dovrebbe essere troppo bassa, 5/6 gradi in meno rispetto alla temperatura esterna sono più che sufficienti. Meglio ancora sarebbe utilizzare la funzione deumidificatore che, togliendo l’umidità, vi darà subito una sensazione di benessere senza abbassare troppo la temperatura. Oltretutto la bassa umidità sarà un toccasana per tutti coloro che soffrono di allergie agli acari.

Se invece usate il ventilatore collocatelo in modo che crei movimento d’aria nella stanza senza puntarlo direttamente verso di voi. Altrimenti potreste svegliarvi con dei brutti torcicollo!

Scegli la stanza più fresca per dormire

Se abiti in una casa a due piani, e puoi farlo, traferisciti provvisoriamente al piano inferiore. Il calore tende a salire verso l’alto quindi il piano inferiore sarà sicuramente più fresco. Puoi lasciare una finestra aperta al piano di sopra in modo che durante la notte il caldo esca da li’.

Lenzuola e biancheria di cotone/lino/seta

Questi sono i tessuti più freschi e traspiranti in assoluto e quindi i più adatti alle calde nottate estive. Attenzione quando li acquistate che non contengano percentuali di altri materiali, quali ad esempio poliestere o viscosa, non sarebbero più così freschi! Un consiglio sulle lenzuola di seta: oltre ad essere molto fresche, belle e piacevoli al tatto, per esperienza vi dico che tutta la seta colorata dopo pochissimo lavaggi perde subito un po’ il colore, per questo non fatevi tentare da rossi sgargianti, nero, blu notte, ecc. Vi ritrovereste dopo pochi lavaggi con lenzuola stinte e bruttine. Optate invece per colori più chiari.

C’e’ anche chi preferisce dormire nudo, ma in questo modo il sudore non viene assorbito dagli indumenti e rimane sulla pelle. Comunque e’ una questione di preferenze e di abitudine!

Posizione a stella

La posizione migliore per dormire quando fa caldo, perché vi farà sudare di meno, e’ quella a stella, ovvero supini con braccia e gambe divaricate. Al contrario dormire raggomitolati non permetterà la dispersione del calore, percepirete più caldo e suderete di più.

Pediluvio con acqua fresca

Se arriviamo a casa con i piedi caldi, gonfi e doloranti o semplicemente abbiamo voglia un po’ di fresco, un bel pediluvio in acqua fresca può essere un ottimo toccasana. Se fatto prima di andare a dormire ci donerà un gran sollievo e ci aiuterà ad adormentarci più in fretta. Anche immergere i polsi e rinfrescare fronte e nuca avranno subito l’effetto di rinfrescare tutto il corpo.

Curiamo l’alimentazione!

Mangiare tanto la sera non favorisce di certo il sonno e in estate più che mai. Attenzione dunque alla quantità di cibo… ma anche alla qualità. Ecco gli alimenti da preferire con il caldo e quelli da evitare.

Alimenti SI’:

  • piccole porzioni di pasta, orzo, pane e tutti gli alimenti che contengon oil triptofano, un amminoacido che aiuta il corpo a secernere la serotonina, ‘ormone del benessere’.
  • Ammessi anche legumi, pesce, uova bollite e formaggi freschi.
  • Si’ naturalmente anche a verdura di stagione, soprattutto radicchio, lattuga, pomodori e cetrioli, alimenti che contengono molta acqua e rinfrescheranno velocemente il nostro corpo.

Alimenti NO:

  • Cibi piccanti, perché scaldano ancora di più il nostro corpo;
  • Caffè, thè e bevande che contengono caffeina, perché disturbano il nostro sonno. Purtroppo ‘no’ anche alla cioccolata, si’ la cioccolata contiene caffeina!
  • Acqua/bibite ghiacciate prima di andare a dormire…. no! L’acqua e le bibite ghiacciate ci regalano 5 minuti di benessere ma poi ci fanno di sudare di più! Questo succede perché il corpo, per assimilarli, deve portare i liquidi alla temperatura del nostro corpo e per farlo produce energia=calore. Meglio quindi bevande fresche o a temperatura ambiente ma non fredde.
  • Attenzione agli alcolici! Anche gli alcolici sono controindicati d’estate, soprattutto prima di andare a dormire. L’alcol può causarci dei micro-risvegli notturni e d’estate quando con il caldo già stentiamo ad addormentarci, svegliarci durante la notte potrebbe essere veramente fastidioso.

Consumare cibi crudi come vegetali e frutta ci consentirà inoltre di non cucinare, evitando di scaldare gli ambienti in cui viviamo e di scaldarci noi stessi!

Anche le lampadine creano calore, accendiamole solo dove e se necessario.

Il lampadario ‘imperiale’ lasciamolo spento nei giorni più caldi!

Problema zanzare?

Se non avete le zanzariere alle finestre potrete sempre porre rimedio con una economica zanzariera da mettere sopra il letto. Vi garantirà di non svegliarvi nel cuore della notte disturbati da fastidiosi zzz nelle orecchie.

Materasso lato estivo

Ultimo, ma non per ordine di importanza: se avete un materasso con lato estivo e lato invernale, vi siete ricordati di girarlo dal lato estivo? Dormire sulla lana d’estate potrebbe rivelarsi una scelta ‘accaldante’.

immagine: Rafa Elias

Cosa ne pensi? Lasciaci la tua opinione