Certificazioni dei materassi di qualità

Di: Elena F. - Aggiornato il: 22-10-2017 alle 12:07 pm

La materia prima è l’ingrediente primario per offrire materassi di qualità che rispondano al meglio ad ogni esigenza, garantendo elevate performance e non mettendo in pericolo la salute di chi li usa.

Le certificazioni più importanti quando si parla di materassi, sono:

  • materassi di qualitàLa certificazione OEKO-TEX® Standard 100 viene rilasciata dall’ Associazione Internazionale di Ricerca e Controllo nel Settore dell’Ecologia Tessile (OEKO-TEX®), un sistema di controllo e certificazione indipendente per tutto il mondo tessile dalle materie prime, ai semilavorati e ai prodotti finiti in tutte le fasi di lavorazione. I test sulle sostanze nocive includono: sostanze vietate per legge; sostanze il cui uso è regolamentato dalla legge; sostanze chimiche notoriamente nocive per la salute (ma non ancora regolamentate per legge); parametri per la salvaguardia della salute.
  • La certificazione HygCen (rilasciata da Hyg Cen International GmbH), assicura che la pelle non viene in alcun modo a contatto concertificazione HygCen - materassi di qualità sostanze nocive. Più formalmente certifica che il materasso è delicato con l’epidermide umana e soprattutto è privo di sostanze nocive per la pelle. Questo istituto lavora seguendo standard europei e internazionali.
  • La classe i M del Ministero dell’Interno per la resistenza al fuoco con la quale i materassi, in relazione alla loro risposta al fuoco, vengono distinti in tre classi: 3 i M, 2 i M e 1 i M (la classe 1 i M è la migliore ottenibile).
  • La certificazione CATAS che, in basematerassi di qualità alle normative tecniche italiane, europee e internazionali, certifica sicurezza, resistenza, reazioni e qualità del tessuto dei materassi.
  • La certificazione CertiPur-US. CertiPUR-US è un’organizzazione indipendente fondata da industrie europee e americane, la quale testa le schiume di poliuretano per valutarne le emissioni, i componenti dannosi (inclusi formaldeide, CFC, cloruro di metilene, metalli pesanti, ftalati proibiti e PBDE), e la durabilità

Quando si guarda alle certificazioni e’ sempre importante capire di che cosa stiamo parlando e quale utilizzo vogliamo fare del materasso.

Ogni certificazione infatti porta con se’ dei pro e dei contro.

Ad esempio, il materasso che vogliamo acquistare per la cameretta di nostro figlio avra’ delle caratteristiche diverse dal materasso che vogliamo acquistare per la casa in montagna o per un albergo: il primo lo vogliamo delicato con la pelle umana mentre il secondo e’ preferibile che sia resistente al fuoco.

Queste due cose non necessariamente vanno d’accordo, tant’ e’ vero che i materassi con la certificazione M (ignifughi) non possano avere anche la certificazione  Oeko Tex.